Cari lettori e care lettrici,
vorrei iniziare questo editoriale facendo una precisazione fondamentale.
Promesa è un’associazione che, coerentemente alla sua missione statutaria, si occupa della tutela delle professioni sanitarie.
Iscrivendosi a Promesa il singolo professionista sanitario ha a disposizione risorse utili a soddisfare buona parte delle necessità legate all’esercizio della sua attività, strumenti riparatori in caso di sinistri o contenziosi professionali e l’opportunità di ridurre progressivamente l’esposizione ai rischi professionali.
Promesa offre un servizio differente e innovativo nell’ambito della gestione del rischio professionale. Perché?
Perché il nostro approccio si fonda sulla nostra natura etica: Promesa infatti è un’associazione senza scopo di lucro, con obiettivi di promozione sociale.
Cosa significa?
Significa che Promesa si propone di fare incontrare le esigenze dei professionisti sanitari da una parte e le capacità dei soggetti assicurativi dall’altra.
Il nostro Comitato scientifico – che monitora l’evoluzione del rischio professionale analizzando i sinistri denunciati attraverso le due polizze assicurative (Responsabilità civile professionale e Tutela legale) offerte in quota ai nostri associati – arricchisce e completa i nostri scopi statutari, rendendo possibile l’analisi sistematica del rischio e, di conseguenza, facendo della prevenzione una parte integrante del servizio proposto agli associati.
In ultimo, mi preme ricordare la convenzione con un’azienda leader nella formazione professionale sanitaria rivolta a tutti gli iscritti Promesa a condizioni estremamente vantaggiose.
Siamo infatti convinti che contribuire alla formazione di un professionista sanitario significa renderlo consapevole nella gestione delle proprie competenze, capacità, ma anche dei possibili rischi ed errori.
Nella speranza di avere soddisfatto il vostro interesse, vi auguro un buon lavoro.

Il Presidente Promesa
(Associazione per la tutela della PROfessioni MEdiche e Sanitarie)

(Dott. Paolo Puglisi)